IVECO da record in Italia

Exploit di fine anno per il brand sul mercato Italia che passa dalle 463 unità di Stralis LNG vendute
nel 2017 alle oltre 1.000 unità a fine dicembre 2018, grazie al carburante fossile più pulito in
assoluto, che garantisce ai pesanti stradali IVECO il 90% in meno di NO2, il 99% in meno di PM e,
con il biometano, il 95% in meno di CO2 rispetto alle equivalenti versioni diesel.
Grazie alla leadership nella tecnologia a gas naturale, IVECO ha conquistato nuovi clienti per più del
25% delle vendite totali 2018 di STRALIS NP sul mercato italiano.
I test effettuati dalle principali testate specializzate europee, posizionano lo Stralis NP in cima alla
classifica con un ampio margine rispetto ai camion diesel tradizionali in termini di consumi e di
riduzione delle emissioni di CO2.
I volumi di vendita confermano ancora una volta che il gas naturale rappresenta la più efficace
alternativa al diesel, consente una circolazione libera anche lungo le percorrenze soggette ai severi
vincoli imposti dalle norme antinquinamento e fa dei mezzi LNG una categoria privilegiata in paesi
come la Germania, dove sono esonerati dal pagamento dei pedaggi.
Torino, 10 gennaio 2019
Il 2018 di IVECO si è chiuso con nuovo record per il brand: il mese di dicembre, infatti, ha fatto
registrare un significativo incremento dei volumi di vendita dello Stralis a gas naturale liquefatto (LNG)
che sono più che raddoppiati rispetto al 2017, con oltre 1.000 unità vendute nell’ultimo anno.
Gran parte del merito va all’introduzione sul mercato dello Stralis NP con motorizzazione da 460 cavalli,
che ha raccolto da subito forti consensi, perché dotato di una tecnologia che coniuga elevate prestazioni e
grande sostenibilità, e che ha abbattuto definitivamente anche il tabù delle lunghe distanze, con
un’autonomia di 1600 km fra un rifornimento del doppio serbatoio a LNG e quello successivo.
Mihai Daderlat, Italy Market Business Director, ha dichiarato: “Siamo soddisfatti di questo risultato
importante che premia il nostro percorso verso la transizione energetica del trasporto italiano. Il dato dei
volumi di vendita, inoltre, assume una rilevanza ancora maggiore se si considera che, sul totale dei veicoli
venduti nel corso dell’anno, più del 25% è andato a implementare il parco mezzi di clienti nuovi, che oggi
hanno scelto i nostri veicoli a metano proprio per la tecnologia pulita ed economicamente competitiva che
li caratterizza. Abbiamo lavorato senza tregua a fianco dei nostri clienti insieme a tutti gli stakeholder
interessati, per supportare l’ingresso di nuove soluzioni di trasporto sostenibile in un settore che oggi più
che mai ha necessità di rinnovarsi. Grazie alle nostre avanzate tecnologie a gas naturale siamo parte
attiva in tutta Europa - e ancora di più in Italia - in un processo di conversione del parco circolante obsoleto
a tutti i livelli, dalle grandi flotte ai piccoli trasportatori, verso soluzioni maggiormente sostenibili. Questo
aspetto ha determinato una crescita esponenziale nel mercato delle trazioni alternative in Italia, dove,
orgogliosi di avere un ruolo da protagonisti, siamo decisi a restare il leader assoluto”.
Premiato come “Sustainable Truck of the Year 2019” dalla rivista italiana Vado e Torno nella categoria
Tractor, in occasione dell’ultima edizione del Salone di Ecomondo, per aver “portato il livello delle
prestazioni alla soglia necessaria per sostituire il diesel in qualsiasi mission e alzato l'asticella delle
dotazioni per ottenere il massimo di comfort, sicurezza e quindi di sostenibilità”, lo Stralis NP 460 ha
dimostrato di essere il veicolo ideale per un trasporto realmente sostenibile, sia sotto il profilo ambientale
sia sotto quello economico.
Anche il contesto economico sta virando in una direzione che conferma le scelte strategiche compiute da
IVECO nell’ambito delle alimentazioni alternative. Le Regioni del Nord Italia, per esempio, si stanno
orientando sempre più verso un trasporto pulito attraverso provvedimenti come quello adottato da
Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, che introduce il blocco del traffico per i veicoli
maggiormente inquinanti.
Inoltre, i recenti provvedimenti in materia ambientale promossi da numerosi paesi anche su scala europea,
come l’esenzione dal pagamento della componente inquinamento dei pedaggi autostradali in Germania
per i mezzi alimentati a gas naturale, fanno di questi veicoli una categoria privilegiata.

Lascia un commento